giovedì 18 gennaio 2018, ore 18.30

Rassegna - Floema

Daniele Giorgi VIOLINO
Duccio Ceccanti VIOLINO – Orchestra Leonore
Sara Marzadori VIOLA – Orchestra Leonore
Riccardo Savinelli VIOLA (Quartetto Mirus) – Orchestra Leonore
Luca Bacelli VIOLONCELLO (Quartetto Mirus) – Orchestra Leonore
Cosimo Carovani VIOLONCELLO (Quartetto Indaco) – Orchestra Leonore

Lorenzo Donati
“Souvenir de Laurent” per sestetto d’archi (nuova composizione per FloemaPRIMA ESECUZIONE ASSOLUTA

Johannes Brahms
Sestetto per archi n. 1 in Si bemolle maggiore, op.18
Ciclo “Caro Johannes” – Integrale della musica da camera di Brahms

“Fare musica come compositore o come interprete è un atto d’amore. Quando si suona Bach o Beethoven, questo ha a che fare con l’amore che animava Bach e Beethoven mentre componevano quel pezzo. Amore dell’universo, amore dell’umanità.” (Wilhelm Furtwängler)

Daniele Giorgi

 

“Ecco quel che ho da dir sulla musica: ascoltatela, suonatela, amatela, riveritela e tenete la bocca chiusa.” (Albert Einstein)

Duccio Ceccanti

 

“Lo studio e la ricerca della verità e della bellezza rappresentano una sfera di attività in cui ci è permesso rimanere bambini per tutta la vita.” (Albert Einstein)

Sara Marzadori

 

“Penso che non esista un insieme strumentale che sia stato penetrato tanto profondamente dal pensiero musicale quanto il Quartetto d’Archi. È infatti attraverso di esso che il vascello della musica ha gettato lo scandaglio nei mari più profondi. Dopo quasi 250 anni di vita esso continua a non essere riducibile alla somma dei suoi componenti e si presenta a noi, invece, come uno ‘strumento’ la cui dialettica fra individualità ed unanimità, fra autonomia e omogeneità, sembra porsi come paradigma di una società ideale.” (Luciano Berio)

Riccardo Savinelli, Luca Bacelli (Quartetto Mirus)

 

“Jeffrey Tate disse «La più perfetta espressione del comportamento umano è il quartetto d’archi». La nostra ricerca mira a trovare la massima sincerità dell’individuo all’interno del compromesso tra i quattro. L’Indaco è il simbolo del risveglio interiore, come la musica è il suono dell’anima.”

Cosimo Carovani (Quartetto Indaco)

 

In collaborazione con Associazione Amici della Musica di Montecatini, Azienda Usl Toscana centro, Associazione Amici della San Giorgio.

Auditorium della Biblioteca San Giorgio, Pistoia

Biblioteca San Giorgio, Via Sandro Pertini, Pistoia, PT, Italia

Biglietti

Spettacolo fuori abbonamento

INGRESSO LIBERO