Alessandra Visentin

Alessandra Visentin

Contralto

Una delle voci più interessanti della sua generazione, Alessandra Visentin ha già avuto modo di calcare fra i più importanti palcoscenici del mondo, tra i quali il Teatro alla Scala, il Thèatre des Champs-Elysèes de Paris, la Grosser Saal del Musikverein di Vienna, il Teatro di San Carlo di Napoli, l’Auditorio Nacional de Madrid, l’Opera Royal de Versailles, il Festival di Salisburgo, il Ravenna Festival, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, il Macerata Opera Festival, il Teatro Pavarotti di Modena, i Festival Opera Rara e Misteria Paschalia di Cracovia, e il Performing Arts Center di Seoul.

Ha collaborato con importanti direttori quali Riccardo Muti, Zubin Mehta, Riccardo Chailly, Juraj Valčuha, Christopher Hogwood, Ottavio Dantone, Andrea Marcon, Marc Minkowski, Jean Claude Malgoire, e con registi come Hugo de Ana, Robert Carsen, Pier Luigi Pizzi.
Nelle scorse stagioni ha interpretato con grande successo Giulio Cesare di Händel all’Opera Royal di Versailles e all’Opera de Reims con la direzione di Jean Claude Malgoire, la Nona Sinfonia di Beethoven al Festival Anima Mundi e alla Sagra Musicale Umbra sotto la direzione di Zubin Mehta e la Messa Defunctorum di Paisiello al Festival di Salisburgo, Ravenna Festival e Teatro del Maggio Musicale Fiorentino con la direzione di Riccardo Muti.

Recentemente è stata impegnata in una tournée con Les Musiciens du Louvre e Marc Minkowski nella Johannes Passion di J. S. Bach esibendosi a Tolosa, Vienna, Linz e Madrid, ne La Fanciulla del West al Teatro di San Carlo di Napoli sotto la direzione di Juraj Valčuha e la regia di Hugo de Ana e precedentemente nella stessa opera al Teatro alla Scala di Milano per la regia di Robert Carsen e la direzione del M° Riccardo Chailly, nel Requiem di Mayr al Festival Galuppi di Venezia, ne Il Viaggio di Roberto di P. Marzocchi al Teatro Dante Alighieri di Ravenna, al Teatro Luciano Pavarotti di Modena e al Teatro Municipale di Piacenza e nella Juditha Triumphans di Vivaldi al Theater Basel per la direzione di Andrea Marcon.

Nata a Treviso, ha studiato al Conservatorio G. Verdi e alla Scuola Civica C. Abbado di Milano, e al Conservatorio A. Pedrollo di Vicenza.
Allieva del contralto Bernadette Manca di Nissa, si è perfezionata con Sara Mingardo, Bob Kettelson e Regina Resnik.
Nel 2004 ha vinto il concorso della Comunità Europea presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino per l’Accademia per giovani cantanti lirici che le ha permesso di esibirsi sulla scena fiorentina per due stagioni interpretando il Viaggio a Reims di Rossini, i Kindertoten Lieder di Mahler e Where the wild things are di Knussen.