Isabelle Faust

Isabelle Faust

Violino

Per Isabelle Faust ogni nuova esperienza musicale è un momento fondamentale di crescita. Attraverso la musica da camera (a undici anni aveva già fondato un quartetto d’archi) ha maturato la convinzione che l’ascolto sia fondamentale per esprimere la propria personalità nell’esecuzione.
La vittoria al Leopold Mozart  Competition del 1987, a quindici anni, ha segnato l’inizio della sua carriera da solista.  Dopo aver vinto il Concorso Paganini nel 1993, si è trasferita in Francia, dove ha sviluppato il repertorio francese, in particolare la musica di Fauré e Debussy.

Nel 2003 ha pubblicato il suo primo disco da solista con orchestra: il Concerto di Dvořák. Avendolo eseguito la prima volta a 15 anni con Yehudi Menuhin, quest’opera è rimasta sempre un caposaldo del suo repertorio. Ha suonato in prima esecuzione opere di Olivier Messiaen, Werner Egk e Jörg Widmann.
Ha suonato repertorio solistico con orchestra con direttori quali Claudio Abbado, Giovanni Antonini, Jirí Belohlávek, Daniel Harding, Heinz Holliger, Marek Janowski, Mariss Jansons. Nel 2009 ha debuttato con i Berliner Philharmoniker.

Isabelle Faust suona lo Stradivari “Bella Addormentata” del 1704.