QUARTETTO  BELCEA

QUARTETTO  BELCEA

archi

“Ciò che sembra essere l’impulso predominante alla guida di questa musica è la brama di libertà dell’uomo, l’inesauribile desiderio di espandere i propri limiti e di scoprire la verità su sé stessi in questo processo”. Quello che scrive il Belcea Quartet nell’introduzione alla sua registrazione dei Quartetti di Beethoven può essere descritto come il credo artistico dell’ensemble, le cui diverse radici culturali lo rendono aperto, dinamico e libero nell’espressione. Fondato al Royal College of Music di Londra nel 1994, il Belcea risiede in Gran Bretagna: la violinista rumena Corina Belcea e il violista polacco Krzysztof Chorzelski, i due fondatori, vi trasmettono la tradizione musicale dei paesi d’origine, che si allarga ai colleghi francesi Axel Schacher (violino) e Antoine Lederlin (violoncello), e accoglie l’esperienza dei loro mentori, i Quartetti AlbanBerg e Amadeus. Dalla stagione 2017/18 il Belcea è Quartetto residente della Boulez Saal di Berlino. Dal 2010 divide con l’Artemis Quartet il titolo di quartetto in residenza alla Konzerthaus di Vienna. Recentemente i musicisti hanno creato il Belcea Quartet Trust, il cui scopo è sostenere i giovani quartetti attraverso masterclass e commissionare nuovi lavori ai principali compositori del panorama musicale.

Il Belcea vanta una vasta discografia per etichette importanti quali Emi (Britten, Bartók, Schubert, Brahms, Mozart, Debussy, Ravel e Dutilleux). Tra il 2012 e il 2013 ha registrato live l’integrale dei Quartetti di Beethoven per Zig Zag Territories, la nuova etichetta del Belcea. In questa stagione, per il suo venticinquesimo anniversario, il Belcea Quartet porterà nuovamente nelle più prestigiose sale da concerto il ciclo dedicato ai Quartetti d’archi di Beethoven. Oltre alla presenza a Pistoia, sarà protagonista sui palcoscenici della Wigmore Hall di Londra, dell’Università di Hong Kong, della Boulez Saal di Berlino e del Théâtre des Champs-Elysées di Parigi.