Stefano Bagliano

Stefano Bagliano

Flauto

Stefano Bagliano è uno dei concertisti di flauto dolce che oggi si stanno facendo maggiormente apprezzare a li-vello nazionale ed internazionale. Diplomatosi al Conservatorio “Pollini” di Padova, si è perfezionato in flauto e musica antica con F. Brüggen, P. Memelsdorff, K. Boeke e W. Van Hauwe e in direzione d’orchestra con F. Dorsi risultando vincitore di vari concorsi nazionali. Intrapresa l’attività concertistica, con l’ammirazione di flautisti quali Frans Bruggen e Walter Van Hauwe, ha eseguito circa 600 concerti in veste di solista per prestigiosi festival e istituzioni in Usa, Asia, Israele ed Europa tra cui: Carnegie Hall di New York, Gasteig di Monaco di Baviera, Conservatorio di Mosca, Festival di Lubiana, Amici della Musica di Firenze, Società del Quartetto di Milano/Ciclo Musica e Poesia a San Maurizio, Concerti di Radio Rai 3 a Palazzo Venezia a Roma in diretta radiofonica nazionale, Sagra Musicale Malatestiana di Rimini, Engadiner Konzertwochen, Istituti Italiani di Cultura di Los Angeles e di New York, Sounding Jerusalem Festival, Emilia Romagna Festival.

È fondatore e direttore dell’ensemble con strumenti d’epoca Collegium Pro Musica, con cui si è esibito dirigendo celebri cantanti come Emma Kirkby e Roberta Invernizzi. In qualità di solista con orchestra ha suonato con diret-tori quali A. Curtis, R. Barshai, A. Nanut, G. Bezzina, G. Garbarino, L. Piovano V. Bulakhov e formazioni quali Mainzer Kammerorchester, Academia Montis Regalis, Moscow Chamber Orchestra, Alaria Ensemble di New York, Solisti della Scala di Milano, L’Arte dell’Arco, Orchestra Filarmonica della Macedonia, Ensemble Baroque de Nice, Accademia I Filarmonici di Verona, Orchestra Toscanini Parma, Orchestra da Camera della Campania; per la musica da camera con M. Huggett, B. Van Asperen, O. Dantone, V. Ghielmi, C. Chiarappa, F. Guglielmo, L. Duftschmid, E. Bronzi, H. Bouman, C. Astronio, A. Coen, G. Tabacco, G. Capuano, C. Brembeck, A. Corti, E. Huetter, J. Meissl, A. D’Ambricourt, Sonatori della Gioiosa Marca, l’Astrèe.

Ha effettuato varie incisioni discografiche (di cui 16 in veste di solista) per le etichette Brilliant, Stradivarius, Dynamic, Nuova Era, Tactus, Asv Gaudeamus e Velut Luna, ottenendo entusiastici riconoscimenti dalla critica europea e americana. Alcuni dei suoi Cd sono usciti in allegato alle riviste “Orfeo”, Cd Classics” e sulla prestigiosa rivista “Amadeus”.