Stefano Bollani

Stefano Bollani

Pianoforte

Dopo il grande successo del suo programma televisivo su Rai 3 Sostiene Bollani, andato in onda per due stagioni, ed il nuovo spettacolo teatrale La Regina Dada da lui scritto ed interpretato insieme a Valentina Cenni, Stefano Bollani non può più essere definito soltanto “un pianista jazz”.

Ha iniziato a suonare il pianoforte all’età di 6 anni e si è diplomato al Conservatorio Cherubini di Firenze, dando avvio alla sua attività professionale a 15 anni, sia con gruppi pop-rock che con gruppi jazz. Decisivo è stato l’incontro nel 1996 con Enrico Rava, suo mentore, con cui da quel momento è iniziata una collaborazione mai interrotta.

Frequenti le sue “invasioni” nella musica classica: ha suonato da solista con importanti orchestre italiane e straniere collaborando con direttori come Daniel Harding, Kristian Järvi e Riccardo Chailly. Con quest’ultimo ha inciso Sounds of the 30’s e Rhapsody in blue con la Gewandhousorchester di Lipsia e ha registrato il dvd Live a La Scala/Decca con la Filarmonica della Scala.

Nel 2010 ha ricevuto la laurea honoris causa dal Berklee College of Music di Boston.

Fra i numerosi riconoscimenti per i suoi dischi, recentemente Sounds of the 30’s ha ricevuto il disco d’oro, e O que serà in duo con il mandolinista brasiliano Hamilton De Holanda è stato giudicato uno dei migliori album del 2013 per la rivista americana «DownBeat» e per le italiane «Musica Jazz» e «JazzIt».

Da sempre le sue collaborazioni travalicano i confini strettamente musicali: nell’ambito del fumetto, è stato nominato “Ambasciatore di Topolino” e ha collaborato con Leo Ortolani, disegnatore di Rat-man; su Rai Radio 3 il programma di grande successo Il Dottor Djembè lo ha visto come conduttore insieme a David Riondino e Mirko Guerrini per sei stagioni; varie le sue collaborazioni in campo teatrale – dai monologhi di Lella Costa all’Antigone di Sofocle con la regia di Cristina Pezzoli – e con il cinema.