13 ottobre 2017

Pistoia-Lampedusa, gemellaggio che si rafforza


Pistoia-Lampedusa, gemellaggio che si rafforza

Dopo la partecipazione alla campagna di crowdfunding “Un pianoforte per Lampedusa” con cui ha contribuito all’acquisto di un pianoforte per i giovani musicisti dell’isola,la Fondazione Caript rafforza il rapporto tra le due realtà con una nuova iniziativa che vedrà gli studenti del coro “Voci Danzanti” impegnati insieme in un concerto. L’evento si inserisce nei percorsi didattici dedicati alla musica d’insieme corale e strumentale che da qualche anno costituiscono il fiore all’occhiello delle attività che la Fondazione Pistoiese Promusica dedica ai giovani.

Prosegue infatti il gemellaggio culturale iniziato con il concerto del 9 aprile 2016 grazie alla composizione Luna Lunedda di Paolo Marzocchi e che vedrà la Fondazione Promusica completare uno scambio di ospitalità avente come protagonisti i cori di voci bianche residenti nelle due località.

Lo scorso maggio il coro “Le voci del mare”, costituito da 31 studenti dell’Istituto Comprensivo Pirandello di Lampedusa, grazie all’intervento del Ministero delle Pari Opportunità e della Fondazione Caript, è stato ospite della città di Pistoia.

Allo stesso modo, dal 12 al 15 ottobre, il coro “Voci danzanti” sarà protagonista nell’isola siciliana, anche con i propri laboratori: gli istruttori presenti, oltre a curare la preparazionedei 2 cori uniti, incontreranno alcune classi delle scuole locali coinvolgendo gli studenti dell’isola in alcuni percorsi didattici sperimentati con successo a Pistoia, come i “Vivai corali”.

Il progetto, ideato e interamente finanziato dalla Fondazione Pistoiese Promusica, si avvale della collaborazione con l’Associazione Teatrale Pistoiese che, attraverso la Scuola di musica e danza “T. Mabellini”, fornisce gli istruttori che curano la formazione dei ragazzi aderenti all’iniziativa.